L’ASSOCIAZIONE

Associazione culturale e di promozione sociale
“W&E Championship di Informatica”

Nata a fine novembre del 2013, l’Associazione culturale e di promozione sociale “W&E Championship di Informatica” è una libera Associazione di fatto, apolitica e con durata illimitata nel tempo e senza scopo dì lucro, regolata a norma dei Titolo I Cap. III, art 36 e segg. del codice civile, nonché del presente Statuto. Non ha partita IVA ma solo codice fiscale 92068720603.
L’associazione ha sede legale in Frosinone, Via Puccini 36, non ha scopo di lucro, la sua durata è illimitata. Gli eventuali utili non possono essere ripartiti anche indirettamente.

SCOPI DELL’ASSOCIAZIONE

L’Associazione si propone la riduzione del digital divide, favorire quindi l’accesso e l’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie da parte di tutti. In questo senso l’Associazione si impegna localmente a divulgare l’uso e l’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie nelle fasce di popolazione più svantaggiate o lontane dal mondo dell’informatica.

Nello specifico gli obiettivi dell’Associazione sono:

favorire la diffusione e l’utilizzo consapevole degli strumenti informatici mediante una corretta alfabetizzazione informatica
diffondere l’uso e la conoscenza della rete Internet come ideale luogo di libero scambio di informazioni
lo studio, la promozione e la diffusione della cultura informatica, telematica e, più ampiamente, dell’informazione e della conoscenza in genere finalizzata al miglioramento della qualità di vita sia collettiva che individuale
lo studio dell’impatto sociale, culturale, politico e organizzativo correlato all’introduzione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella società
lo sviluppo di modelli, progetti e studi ad alto contenuto di conoscenze
la promozione e porsi come punto di riferimento per quanti, svantaggiati o portatori di Handicap, possano trovare, nelle varie sfaccettature ed espressioni delle attività proposte, un sollievo al proprio disagio

Tutte le attività non conformi agli scopi sociali sono espressamente vietate.

Le attività dell’associazione e le sue finalità sono ispirate a principi di pari opportunità tra uomini e donne e rispettose dei diritti inviolabili della persona.

L’Associazione, al fine di raggiungere gli obiettivi associativi, si propone di realizzare le seguenti attività:

gestire attività socio-culturali e di ricerca attinenti gli scopi sociali anche in collaborazione con gli enti locali
organizzare eventi, manifestazioni, dibattiti, conferenze e corsi
raccogliere, archiviare, scambiare documentazione
curare la produzione, la distribuzione e la diffusione di materiale tecnico, culturale e didattico
organizzare seminari e corsi di qualificazione, formazione e specializzazione, anche in collaborazione con altri enti, istituzioni e altri organismi non profit presenti sul territorio locale e nazionale nonché con le istituzioni scolastiche
sviluppare un centro di documentazione tematico nonché altre iniziative volte a perseguire gli scopi sociali
svolgere attività di assistenza, manutenzione di hardware e software

L’Associazione, inoltre, si propone svolgere qualsiasi attività economica comunque necessaria ed utile al reperimento dei fondi ed allo sviluppo della medesima.

IL COMITATO DIRETTIVO

L’associazione è amministrata da un Comitato direttivo eletto dall’assemblea e composto da tre a dieci membri. La convocazione del Comitato direttivo è decisa dal Presidente o richiesta e automaticamente convocata da tre membri del Comitato direttivo stesso. Le delibere devono avere il voto della maggioranza assoluta dei presenti, a parità di voti prevale il voto del Presidente.

Il Comitato direttivo:

compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione
redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sulle attività dell’associazione
redige e presenta all’assemblea il bilancio consuntivo e quello preventivo ed il rendiconto economico
ammette i nuovi soci
esclude i soci salva successiva ratifica dell’assemblea ai sensi dell’art.7 del presente statuto

Le riunioni del Comitato direttivo sono legalmente costituite quando è presente la maggioranza dei suoi componenti.

Nell’ambito del comitato direttivo sono previste almeno le seguenti figure: il Presidente (eletto direttamente dall’assemblea generale), il Vice Presidente, il Tesoriere (eletti nell’ambito del Comitato direttivo stesso).

IL PRESIDENTE

Presidente dell’Associazione è la dott.ssa Elena Giancarli ha la legale rappresentanza dell’Associazione e presiede il Comitato direttivo e l’assemblea. Rappresenta l’associazione di fronte alle autorità ed è il suo portavoce ufficiale.

I MEZZI FINANZIARI

I mezzi finanziari per il funzionamento dell’associazione provengono:

dalle quote versate dai soci netta misura decisa annualmente dal Comitato direttivo e ratificata dall’assemblea
dai contributi, donazioni, lasciti in denaro o in natura provenienti da persone e/o enti le cui finalità non siano in contrasto con gli scopi sociali
da iniziative promozionali
attività marginali di carattere commerciale e produttivo
ogni altro tipo di entrate

II Comitato direttivo può rifiutare qualsiasi donazione che sia tesa a condizionare in qualsivoglia modo l’associazione.

I fondi dell’associazione non possono essere investiti in forme che prevedano la corresponsione di un interesse. Ogni mezzo che non sia in contrasto con il Regolamento interno e con le leggi dello Stato Italiano potrà essere utilizzato per appoggiare e sostenere i finanziamenti all’associazione e arricchire il suo patrimonio.

Altri progetti che l’Associazione ha ideato e coordina:

I faggi - Premio letterario

Il progetto si propone di incoraggiare la ricerca e la cultura giovanile, diretta ad una profonda conoscenza storica e culturale del territorio in cui vivono. Vuole inoltre offrire agli studenti delle scuole medie di secondo grado dell’Italia centrale, uno strumento di stimolo al potenziamento delle capacità di scrittura.

Lo scopo del progetto è di realizzare un libro-guida del territorio ciociaro: un viaggio alla scoperta delle origini, dei luoghi e dei sapori della Ciociaria, una raccolta di testimonianze rielaborate dagli studenti, sulla vita e la storia dei borghi di questa zona appenninica.